Comitato Direttivo Spi Cgil Sicilia – Letojanni 12 maggio 2017

A Letojanni direttivo dello Spi-Cgil Sicilia. Il sindacato pensionati lancia un monito a governo regionale e politica: non sprecare altro tempo, confronto vero e di merito su grandi temi sociali

12 maggio ‘17 – Si è riunito oggi nell’aula consiliare del Comune di Letojanni il direttivo dello Spi Cgil Sicilia alla presenza del segretario nazionale Attilio Arseni, del segretario generale Cgil Sicilia Michele Pagliaro. Lo Spi rilancia la mobilitazione sui grandi temi sociali e incalza Governo regionale e politica su un confronto vero su questioni che coinvolgono larghe fasce della popolazione. “Abbiamo finora registrato l’inconsistenza di un governo regionale che non garantisce una politica sulle grandi questioni sociali e sanitarie”, dichiara il segretario generale regionale dello Spi Maurzio Calà che evidenzia come “il Governo non abbia instaurato un confronto concreto con le organizzazioni sindacali”.

“Non sprecare altro tempo sui bisogni reali dei siciliani, avviare un confronto di merito”, questa la forte richiesta dello Spi che chiede alla politica di indirizzare i contenuti della prossima tornata elettorale per  una discussione di merito su questioni reali a partire dalla condizione disastrosa sociale ed economica dei pensionati siciliani dei quali il 50% è al di sotto dei 500 euro in una condizione di povertà relativa con una diminuzione generale dei servizi di assistenza. Il sindacato dei pensionati denuncia ancora come davanti ad una situazione di generale difficoltà si continua ad assistere ad un ridimensionamento dei servizi socio-sanitari.

Per il segretario della Cgil Sicilia Pagliaro “è necessario un patto di fine legislatura per affrontare le grandi questioni sociali e il tema della povertà, punti fondamentali per dare una risposta ai ceti meno abbienti di cui anche i pensionati fanno parte”.

Ai lavori del direttivo è intervenuto il segretario generale della Cgil Messina Giovanni Mastroeni.